skip to Main Content
Ricetta Vegetariana: Il Piatto Di Jacopo Ticchi Da Copiare Subito

Jacopo Ticchi, giovane e promettente chef (leggete qui la sua storia), ha creato per mytrolleyblog.com una ricetta vegetariana in esclusiva! Quando me l’ha  detto, davvero, non potevo crederci! Sì, intendo proprio preparata appositamente per voi e per me e, oltretutto, nella cucina del Joia di Milano (1 stella Michelin). Jacopo, che è anche un  grande amante della  fotografia, ha anche realizzato un sincero e autentico reportage fotografico per accompagnarci passo durante la preparazione. e “renderci la vita” più facile. Pronti a seguirlo passo passo?

ravioli vegetariani cucinati dallo chef Jacopo Ticchi

La ricetta vegetariana creata da Jacopo Ticchi sono dei ravioli di pasta fresca senza uova, ripieni con patè di ceci, nocciole e limone, serviti con crema di pastinaca affumicata, giovani spinaci freschi e contrasto di umeboshi (è un popolare condimento della cucina giapponese a base di prugne salata,  ma niente  paura si trova anche su Amazon!) . Dopo varie esperienze professionali, Ticchi è entrato nella brigata di Pietro Leeman, fondatore del noto ristorante milanese d’alta cucina naturale., dove è rimasto per un paio d’anni. Ora è tornato a casa e nella “sua Rimini” si è fatto notare velocemente prima dentro al Necessaire e poi alla Trattoria (di pesce) da Lucio. Ma se decidi di mangiare a casa, ecco la sua ricetta vegetariana da copiare subito!

RAVIOLI RIPIENI DI CECI E NOCCIOLE CON CREMA DI PASTINACA AFFUMICATA E UMEBOSHI

jacopo ticchi in cucina mentre prepara impasto ravioli cucina vegetariana

Ingredienti per 4 persone:

Per i ravioli:

125g farina zero

125g farina integrale

100ml acqua

Per il ripieno:

100g ceci

50g nocciole

scorza di un limone

alga kombu

30g olio evo

 

Per la salsa:

200g pastinaca (una radice simile alla carota)

20g olio evo

200g piccoli spinaci freschi

20g purea di umeboshi

 

Procedimento

Per fare i ravioli 

Innanzitutto con dell’acqua portata a bollore iniziate impastando le farine (vi aiuterà ad ottenere un impasto più elastico). Una volta pronto l’impasto lasciatelo riposare in frigorifero. Nel frattempo cuocete i ceci, precedentemente lasciati in ammollo per almeno 8 ore, in pentola a pressione per 30 minuti aggiungendo un pezzettino di alga kombu. Salate i ceci solamente a fine della cottura e frullarli con le nocciole e con l’olio, aggiungendo goccino d’acqua di cottura fino ad ottenere una consistenza densa e cremosa. Infine aggiungere la scorza di limone. Formate a questo punto i ravioli a piacere e riempiteli con la crema di ceci.

cucina vegetariana cucina naturale Joia Milano a cura di Jacopo Ticchi

Per la preparazione della salsa

Cominciate pelando la pastinaca (dopo averla privarla dell’anima legnosa), poi tagliatela a cubetti e bollitela in acqua salata per 8 minuti. Per affumicarla potete utilizzare l’affumicatore o metodi a voi più familiari. Una volta affumicata, frullatela con l’olio e un po’ d’acqua per ottenere una morbida crema priva di grumi.

La ricetta è pronta per essere servita in tavola, ma Jacopo Ticchi ha un altro suggerimento. Dopo avere messo sul piatto qualche puntino di pasta di umeboshi, un tocco perfetto per ottenere un ottimo contrasto di sapori, posizionate i ravioli precedentemente bolliti e conditeli con un filo di olio, la salsa di pastinaca e guarnite con  qualche foglia di spinaci freschi. Enjoy!

E se vi piacciono food e belle storie, un giorno ho incontrato invece due ragazze romagnole che mentre viaggiano il mondo si fermano sempre a casa di qualche local a preparare da mangiare. Il loro cavallo di battaglia? Le tagliatelle, naturalmente! E voi cosa cucinereste per raccontare da dove venite ?

 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
Facebook
Twitter
INSTAGRAM