skip to Main Content
Cocktail & Best Bartender: Mini Guida Per Bere Bene A Rimini (e Dintorni)

Inseguendo i migliori cocktail e i best bartender: breve guida per bere un aperitivo serio a Rimini e dintorni

Un cocktail non vale l’altro e non c’è un buon cocktail senza un bravo bartender. Ma dove trovare a Rimini (e dintorni) i migliori aperitivi? Io li scovo tra eventi e locali, ed è tutto un altro bere. Questo è il mio itinerario personale tra cocktail e bartender, profumato e fantasioso, e include i migliori indirizzi. Perchè, proprio come funziona con i ristoranti, qualità degli ingredienti e professionalità fanno decisamente la differenza.

barman

Enrico Gori mentre mi prepara l’aperitivo

Cocktail, tra evergreen e new entry tre indirizzi da non perdere

Che sia l’ora dell’aperitivo o sia già serata inoltrata, in cima alla classifica ci sono sempre i grandi classici, come riporta anche la rivista di settore più autorevole al mondo: Mojito, Negroni, Moscow Mule, Margarita e Daiquiri, occupano ancora i primi posti nella top ten mondiale. E poi c’è il grande ritorno del gin tonic (conoscete già le etichette locali made in Romagna? Ne parlo più sotto) e regge l’apparentemente intramontabile appeal dello Spritz. Eppure, come dicono Enrico e Marco del Nécessaire, superbo indirizzo Riminese dove i cocktail vengono proposti in abbinamento al food, la mixology è un’ arte e non è certo tutta qui (Via XXIII Settembre). Ecco perché è uno dei locali in cima alla mia lista quando voglio bere un buon aperitivo a Rimini.

mixology, l'arte del cocktail

ph Marco Poderi

Proprio a proposito di mixology ben fatta, un altro bartender che vale la pena conoscere in Riviera è Andrea Terenzi. Lui lo trovate al Ristorante Enoteca Casa Brigandi, un altro dei mie indirizzi preferiti a Rimini per un buon cocktail (Corso Da’Augusto). Qui non aspettatevi i soliti classici, perché la specialità di Andrea è creare interessanti versioni personali dei cult più amati di sempre. Per profumare i suoi drink estrae personalmente gli aromi di spezie ed erbe. Tra le sue mille variazioni personalmente amo in particolare quella del cocktail Martini preparata con un liquore home-made alla verbena che mette nello shaker al posto del “solito” Vermuth Dry. Quando invece ho voglia di gin gli chiedo di farmi un South Side, una scelta un pò vintage style (è nato in epoca proibizionistica a Chicago) ma del resto io sono così!

drink

Vermouth rosso Cocchi e tè verde rifermentato: il drink di benvenuto a Casa Brigandi

After dinner only

S’ispira proprio agli anni ’20 uno altro splendido indirizzo per cocktail-lovers. Non è esattamente a Rimini il The Noble Experiment, ma in uno dei borghi più belli nei dintorni, ad appena venti minuti di macchina. Novanta sono le etichette di gin ( anzi forse più) in questo cocktail club in Piazza Beato Simone Balacchi di Santarcangelo, tanto per darvi l’ideai. Dai più famosi produttori fino alle piccole produzioni territoriali artigianali, basi eccellenti per reinterpretare con sapienza e fantasia i grandi classici. Due curiosità: il bicchiere si può scegliere e in carta c’è anche un cocktail al 100% biologico, il Farmer’s Walk, originale omaggio alla cultura contadina locale e fantasiosa rilettura del famoso Milk Punch. Una dritta: non andateci per l’aperitivo, però: per bere al The Noble Experiment si va rigorosamente after dinner (apre alle 20). Se però avete saltato la cena, chiedete il menù e scoprite le proposte della cucina.

A due passi dalla Riviera, in ValMarecchia

Se siete in vena di landscape, non potete perdervi una tappa a Verucchio. A parte che vale la bellezza solo per la bellezza del borgo e del panorama, nella piazzetta del paese c’è un superbo indirizzo per bere ottimi cocktails, grandi birre e vini da intenditori. E’ il Tiee Cibo e Vino, un’insolita affascinante osteria che propone, tra l’altro, anche la carta dei gin (oltre una dozzina) e delle toniche. E’ aperto tutti i giorni dalle 17 alle 24.

A sinistra un G&T del Tiee Cibo e Vino – A destra il panorama sulla Riviera vista da Verucchio

Eventi e appuntamenti in Riviera con i best bartender

Acuni dei migliori nomi della mixology li trovate d’estate al Rimini International Bar Tender. Il primo weekend di luglio la sfida a colpi di shaker è sulla spiaggia (bagno 26) con preparazioni inedite a base di  Pignoletto Frizzante e frutta a km zero, tra dj set e chiringuiti on the beach che ospitano i barman locali più rinomati. Tra questi segnatevi il nome di Charles Flamminio bartender professionista pluripremiato che ama rivisitare i cocktail tradizionali con un tocco personale tra trucchi del mestiere, fantasia e innovazione.

rimini: charles flamminio al coconuts

Charles Flamminio creatore del cocktail anti-age

Un esempio? L’Eternity,  alchimia anti-age firmata da Charles. Lui lo definisce il cocktail dell’eterna giovinezza. E’ una preparazione a base di ingredienti biologici tra cui organic gin/vodka, Tonica Indian macerata con lavanda e qualche goccia di collagene. Servito con spuma di yogurt wasabi e pistacchi, nel bicchiere ananas, ice ball e aromi. Charles non ha una quasi mai  base fissa, lui è un nomade, ma per inseguirlo e trovarlo basta tenere d’occhio la sua pagina Facebook.

Tips per Gin-Lovers

Rimini e la Riviera non custodiscono solo ricetta della piadina e di altre bontà tipiche che, diciamo la verità, altrove sono introvabili. Di recente anche il gin parla romagnolo e sono due le etichette locali che nascono a due passi dal mare. Sono unici e irripetibili proprio come la piadina, perchè uno è in assoluto il primo gin in Italia ad essere prodotto con la distillazione di vino, mentre l’altro è l’unico al mondo a contenere anche il sale marino di Cervia (RA). Ma il gin è il mio liquore preferito e quindi gli ho dedicato un capitolo a parte: se siete curiosi, andate a scoprire subito tutti i dettagli su queste due etichette che nascono a due passi da casa mia.

A scuola di mixology

Imparare a preparare cocktail da sogno? Sono tanti i corsi per Barman  attivi ciclicamente nel corso dell’anno in Italia, come quelli organizzati dall’Accademia Nazionale Barman Degustibuss oppure quelli della Campari Academy. Rilasciano una certificazione riconosciuta a livello internazionale ed è senz’altro una buona idea per imparare un mestiere che permette di lavorare anche girando il mondo se, come me, siete degli irriducibili wanderlust.

 

 

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Google+
https://www.mytrolleyblog.com/mangiare-e-bere/i-migliori-cocktail-rimini
Back To Top