skip to Main Content
Dove Dormire A Milano: 6 Indirizzi Per Una Notte (o Anche Più)

Dormire a Milano?  Le possibilità sono migliaia, il design è all around. No, non intendo dire che questi sono i migliori indirizzi in città. Come sempre ti suggerisco quello che conosco e che mi è piaciuto. Puoi fidarti.

Questo articolo  sta a metà tra la realtà e il sogno. E ti spiego perché. In concreto, ti voglio segnalare sei indirizzi dove dormire a Milano. In realtà, nella minoranza dei casi ci ho davvero dormito, per fortuna ho parecchi amici in città e non mi capita spesso di prenotare  un albergo.  Però, te lo garantisco, sono tutti posti che ho visitato di persona, perché questa è la mia promessa: sincerità, sempre! (e chi mi conosce  di persona lo può confermare).

tortona, design

Vista sul giardino del Magna Pas Suites Hotel

Milano dove dormire: 5 indirizzi

Viaggiare, per me, significa vedere, scoprire e conoscere. Milano è uno di  quei posti dove, per un motivo o per l’altro, torno spesso. Raramente vado negli stessi posti, le possibilità sono così tante che la mia curiosità vince sempre. Così ogni volta, anche se non è la prima, sa di meraviglia e di scoperta e faccio foto, e mi innamoro perdutamente di nuovo di questa città. In fondo, stiamo parlando della numero uno al mondo per design e architettura secondo la rivista cult Wallpaper, concedimelo! Qualche dubbio ? Magari questi sei indirizzi dove dormire a Milano, te lo tolgono.

  • Ostello Bello, vicino al Duomo

Comincio con il posto dove ho davvero dormito, a un quarto d’ora a piedi dal Duomo a meno di 100 euro. Qui  ci sono sia camere in condivisione che private. Io avrei voluto provare entrambe, ma non è andata così e vi spiego perché. Quella volta andai a Milano per vedere un concerto. La conferma di un’amica era arrivata nel bel mezzo di una mattinata piena di cose da fare, ma ero così felice che mi sono offerta di prenotare al volo il posto dove  fermarci a dormire a Milano. “L’Ostello Bello è perfetto, un posto super, ci ho dormito una volta in stanza condivisa,  viaggiando sola, ma hanno anche le camere da due” le scrissi. E prenotai super velocemente, perché è spesso fully  booked!). Arriva la  data del concerto. L’appuntamento è in stazione a  Bologna, lei  arriva trafelata dall’ufficio un paio di minuti prima che l’alta velocità si fermi sul binario. Niente cena, non c’è tempo… Dritte al live, bellissimo, poi una pizza e, infine, a mezzanotte passata, andiamo verso l’Ostello Bello. Entriamo felici, ma stanche, ignare che la giornata, in realtà, non era  ancora finita. A  dircelo fu il ragazzo alla reception, con un sorriso un pò imbarazzato, cercando la nostra prenotazione “…eeeehhh..si….voi ragazze avete una prenotazione per il 24 novembre, ma oggi  è il 24 ottobre…Mi spiace, ma l’ostello è  tutto  al completo…” Ora non sto a tirarla per le lunghe, ti dico solo quanto basta.

dormire a milano

Ostello Bello: cosa non dimenticherò mai

A) Che ci il ragazzo  della reception ha offerto una birra per rilassarci e per tirarci su 🙂

B) che ci ha offerto di dormire sui divani nella hall for free

C) Che ci ha aiutato fino in fondo a trovare un’alternativa, vicina e abbordabile economicamente

Quest’episodio risale almeno a quattro anni fa, non c’era ancora questo blog, quindi lascia una recensione a 5 stelle su Tripadvisor raccontando agli altri viaggiatori tutta  la nostra avventura all’Ostello Bello che è ancora un bel ricordo. E non devo essere stata l’unica a essere soddisfatta della mia esperienza, pur se le premesse non ci fossero… Nel frattempo ne hanno aperti altri sette, tra l’Italia e il mondo, e il concept ha ricevuto parecchi riconoscimenti a livello internazionale per servizi, comodità, location e atmosfera.

  • Casa Base, Tortona

Dormire a Milano in una vecchia fabbrica della città, respirare  l’aria post-industriale, fare il pieno di creatività e incontrare il mondo. Così me lo immagino dormire a Casa Base, ex Ansaldo, a fianco al Mudec in zona Tortona. Io  ci sono  stata per una mostra e per un drink, ma questo contenitore di design ed avanguardia è anche la base per designer e progettisti e offre stanze sia comuni che private.

  • Magna Pars Suite, Tortona

Un hotel profumato ancora non l’avevo visto. Poi un giorno, girovagando per il design district di  Milano a, ho scovato questo posto. All’ingresso del Magna Pars c’è un meraviglioso laboratorio olfattivo dove acquistare buonissime fragranze artigianali per la persona e per la casa. Il  ristorante gioco il menù  sugli  abbinamenti di profumi, le stanze sono 39, ognuna caratterizzata da un fragranza diversa. Ah, è anche uno dei dieci best small luxury hotels del mondo.

milano, the yard

Dettagli che raccontano di vittorie a golfnella Fairway Suite del The Yard

  • The Yard, Navigli

E’ una vecchia casa di frontiera milanese, ma è anche una celebrazione dello sport fatta a grandi livelli quella che ispira il The Yard. Al piano terra c’è un cocktail bar aperto a tutti(The Doping Club) che è anche una meravigliosa galleria di oggetti vintage recuperati dal mondo dello sport (tutti acquistabili). Le stanze sono omaggi alle varie discipline agonistiche e si può anche prenotare quella con  il bar privato all’interno: è la Wicked Suite.

dormire a milano

La reception del The Yard 

  • Chateau  Monfort,  in San Babila

Ci sono stata per una conferenza stampa, ma quasi  mi stavo per dimenticare d’essere  lì per lavoro. All’interno  di questa  palazzina Liberty il filo conduttore sono le fiabe e la musica lirica. Ne senti tutta la magia e la delicatezza. All reception ti accolgono giovani  ragazze che sembrano  principesse, con quei loro abiti di chiffon leggeri e sofisticati. Gli  interiorior details giocano a stuzzicarti  i tuoi ricordi  lontani, quelli del tempo delle favole.

dormire a milano

La lobby del Chateau Monfort

  • Madama Hostel, in Porta Romana

Il Madama è un ostello, ma è  anche  un bistrot (dove sono stata io), ma è anche un piccolo museo. L’atmosfera è international ma il modo è esay come a casa propria. Gli  spazi comuni, così come molte camere,  sono stati decorati da writer e artisti di fama internazionale. E’ stato incluso nel percorso espositivo del Museo di Arte Urbana Aumentata di Milano ed è stato riconosciuto come uno dei 33 ostelli più instagrammabili al mondo.

dove dormire a milano

Se cerchi altri indirizzi per dormire nel mondo, puoi cliccare sul link. Se, invece, cerchi una buona ragione per  partire, si chiama felicità. Dovunque andrai, usa il mio link per prenotare il tuo prossimo viaggio e dopo il soggiorno avrai un rimborso del 10% sulla tua prenotazione! https://www.booking.com/s/52_7/381f06d7

Alcune foto sono tratte dagli account Instagram delle strutture
L’immagine di copertina è stata scattata da Lodewijk Hertog
Questo articolo ha 2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
INSTAGRAM
Back To Top