skip to Main Content
Vacanze In Bicicletta: Il Bello Di Pedalare In Emilia Romagna

Se sei tra quelli che amano fare le vacanze in bicicletta, sapevi già che in Emilia Romagna ci sono ben 8.000 Km ciclabili? Non sei un cicloturista? Poco importa, puoi scegliere i  percorsi più facili: sono perfetti  anche se fai le vacanze in bicicletta in famiglia.

Non è questione di campanilismo se parlando di vacanze in bicicletta ti voglio portare con me nella mia terra, l’Emilia Romagna. In fondo, è la prima regione italiana per diffusione di piste ciclabili ed proprio è il posto perfetto in cui fare vacanze in bicicletta. I percorsi permettono di scoprire parchi e riserve naturali, di pedalare nelle città d’arte e, se sei un vero sportivo, puoi anche prenotare in un hotel specializzato e attrezzato. Altro punto a favore (last but not least!) è che quando decidi di fare una sosta nelle trattorie e nelle osterie che incontri lungo i percorsi trovi sempre il meglio dei prodotti locali. Ecco cosa puoi fare se vuoi fare le vacanze in bicicletta in Emilia Romagna.

vacanze in bicicletta

1. Scoprire le città in bici 

Praticamente in tutte le città dell’Emilia Romagna si può usufruire, gratuitamente, di servizi di noleggio pubblico di biciclette: lasciando un piccolo deposito cauzionale. Utilizzare le bici è facile grazie a una speciale chiave con codice personale. Il servizio, attivo anche in altre città italiane, si chiama “C’entro in bici”. Ma ci un paio di belle cose che puoi fare solo in Emilia Romagna, se fai le vacanze in bicicletta.

–  A Bologna, scegli uno smart bike tour

Bologna, secondo Euromobility, è tra le 50 città italiane più “sostenibili”. Proprio qui c’è anche Dynamo, ovvero la prima Velostazione d’Italia. In pratica è un centro servizi dedicato agli appassionati di bici ( in Via dell’Indipendenza 71, sotto alla Scalinata del Pincio) .Ci trovi un parcheggio custodito, un’officina attrezzata e personale qualificato per ogni tipo di riparazione, un punto d’informazione e libero accesso al wi-fi, Ah c’è anche un piccolo corner dedicato alla lettura di settore. Ma la specialità della casa sono i bike tour autoguidati. Come funzionano?

bologna ciclabile

Il centro di Bologna (Wiki Love Monuments – Utilizzo in licenza Creative Commons . PH Peter Zullo)

E’ semplice: grazie alla mappa digitale da manubrio e al lettore mp3 con l’audioguida caricata, puoi percorrere alternativi itinerari tematici in città. Il mio preferito si chiama “Bologna Rocks” e è quello dedicato alla musica. Da Guccini a Morandi a Vasco, passando per Lucio  Dalla e Luca Carboni, Bologna è la città dei cantautori italiani. Ci avevi mai pensato? Se scegli questo tour sono 15 km, nel centro storico di Bologna, il percorso è facile, piacevole ed economico. Con 10 euro in tutto, oltre a mappa e audioguida, hai diritto al noleggio della bici (sono inclusi catena, luci e casco) e anche a una bottiglietta d’acqua. Non dimenticarti di prenotare.

– Fai un salto a Ferrara, la città delle biciclette

A Ferrara, secondo Skyscanner, spetta un record italiano: il maggior numero di biciclette per abitante, che è un pò come dire che è l’Amsterdam o la Berlino di casa nostra. 135.000 abitanti gli abitanti e 100.000 bici, in pratica il 90% dei residenti possiede una bici ovvero più del 30% dei ferraresi utilizza abitualmente la bici per spostarsi. Ma, a Ferrara, ci puoi facilmente persino arrivare direttamente bicicletta. Se pedali da nord a sud puoi percorrere il tracciato europeo Eurovelo, cioè la ciclovia che collega Capo Nord a Malta. Quando sei all’altezza dell’oasi naturalistica di Isola Bianca, tra Pontelagoscuro e Francolino, imbocca il percorso che ti porta al Parco Urbano “G. Bassani”, oppure da Francolino imbocca la ciclabile: in ogni caso raggiungerai la cinta muraria della città.

salina di comacchio

I fenicotteri nel Delta del Po

Da qui puoi anche decidere (fiato permettendo) di raggiungere la Riserva Naturale del Delta del Po in bicicletta per andare a fotografare i fenicotteri (super-instagrammabili, of course!)

2. Pedalare (senza fatica) nella landscape

Se  sei tra quelli che ama immergersi nella natura, forse ti interessa sapere che ci sono guide certificate pronte ad  accompagnarti in sella a una e-bike nell’entroterra emiliano-romagnolo attraverso greenways alla portata di tutti. Anche i meno sportivi, non  ha non proprio nulla da temere. Goditi la landscape della Romagna a ritmo rilassato e senza fatica: le strade sono sicure e poco trafficate, i panorami non mancano e gli antichi borghi medievali e le rocche nemmeno. Se sei un vero foodie puoi anche scegliere un wine tour nella Valconca o abbinare una sana pedalata (anche se assistita) a un corso per imparare a fare la vera  piadina romagnola. Le partenze sono dal porto di Rimini (info  3899277852).

3. Scalare l’Appennino in mountain bike

In provincia di Modena, puoi caricare la tua bici sugli impianti di risalita delle piste da sci del Cimone, che durante la bella stagione diventa Cimone Bike Park. Se invece sei in Romagna, a Maiolo (sull’Appennino riminese), c’è il Valmarecchia Bike Park, ma te lo consiglio solo se sei un appassionato di downhill e di tracciati per enduro. Puoi anche decidere di fermarti a dormire: il parco è attrezzato di un’area di sosta per camper e tende. All’ingresso troverai un totem interattivo che, attraverso uno schermo touch, ti fornirà info sul meteo e sulle iniziative turistiche del territorio. In alternativa, sempre in Romagna,  ci sono altri 18 percorsi bike mappati (on e off the road, sulla  costa e nell’entroterra), per tutti i livelli. Puoi consultarli on line oppure scaricarti l’APP Trek&Bike.

vacanze in bicicletta in Emilia Romagna

A sinistra Filiipa Lagerback – A destra Andrea Manusia fondatore del blog Cycling Notes

4. Rubare le migliori tips sul blog di un local appassionato di bici

Io non sono una ciclista seria,  anche se mi piace mantenermi in forma, a cominciare da quello che mangio, ma ho un amico (e collega) riminese che invece di  bicicletta ne sa un gran bel pò. Quando non è in ufficio, Andrea è in sella alla sua bici a pedalare per le strade dell’Emilia Romagna ed è capace di percorrere anche più di 100 km in un giorno senza fare una piega…! I migliori percorsi lui li conosce tutti, quasi che li potrebbe fare a occhi chiusi ormai. Da poco più di un anno ha fondato anche un blog ispirandosi a questa sua grande passione. Su Cycling Notes Andrea pubblica regolarmente nuovi tour e scrive di grandi appuntamenti che davvero non puoi perdertie se ami le vacanze in bicicletta. Dagli un’occhiata, troverai senz’altro delle tips interessanti. Ai suoi super consigli si affidano anche ciclisti esperti e appassionati (oltre che famosi), come Linus e Filippa Lagerback, che quando sono in zona non rinunciano mai a una pedalata in sua compagnia.

Se preferisci il trekking o altre attività, alla bicicletta, dai un’occhiata a cos’altro poter fare all’aria aperta in Emilia Romagna per mantenerti in forma .

La ph di copertina è di Tourissimo
Questo articolo ha 4 commenti
    1. hai perfettamente ragione, ma bisogna sempre fare delle scelte considerato che la maggior parte dei lettori vuole leggere un contenuto in 2/3 minuti … Magari il prossimo articolo sul tema sarà specifico sulla Romagna, grazie per il tuo suggerimento!

    1. ciao Ettore, grazie per il tuo contributo e suggerimento! Essendo una regione così ricca di itinerari e percorsi ciclistici era impossibile citarli tutti, spero comunque l’articolo tu l’a abbia trovato interessante e pieno di spunti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
INSTAGRAM
Back To Top