skip to Main Content
4 Ristoranti Vista Mare In Romagna (con Deviazione D’obbligo Nelle Marche)

Di ristoranti vista mare in Romagna ce ne sono parecchi. Io però, come sempre, vi parlerò solo dei pochi must, i miei. Tra chef stellati e shabby style, ecco gli indirizzi di mare dove amo andare nella mia Romagna, o poco lontano da lì, e perchè.

Poter scegliere ogni giorno tra ristoranti vista mare dove praticamente mangiare in spiaggia è uno dei motivi per cui vivere by the sea è un privilegio. A me bastano due ore a tavola, guardando il mare, per sapere che non potrei mai vivere altrove e che ha avuto un senso ritornare, alla fine, in Romagna. Su tutta la Riviera Adriatica, di ristoranti vista mare non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ti siedi, apri il menù e il mare lì con te.  E’ come se fosse il tuo compagno di una sera: sa come farti stare bene, ti accoglie e ti seduce mentre ti inonda di emozioni. Uno però non vale l’altro, ci sono posti speciali. perchè sono unici, ognuno a modo suo. Niente sedie di plastica né tovagliette di carta. Ecco cinque ristoranti vista mare super-chic, tra Romagna e Marche, di cui sono innamorata.

A Riccione, da Barbara e Teo

La prima volta che ho scoperto il Solymar (Riccione,Viale D’Annunzio, 190) credo avessi più o meno 25 anni. Allora questo posto era un capanno in legno spartano praticamente nel nulla: spiaggia libera a destra e a sinistra e davanti il mare. Ci arrivai in scooter con un’amica giornalista in trasferta da Milano in cerca di buoni indirizzi per un articolo da scrivere a quattro mani su Riccione. Ci accolse Barbara di cui ricordo gli zoccoloni con le zeppe e lo stile Gipsy come fosse ieri. Fu allora che scoprimmo i favolosi gamberi alla greca preparati da Teo, mentre lei ci raccontava piena di entusiasmo di quel loro progetto nato poco tempo prima con pochi soldi e tante speranze. Già allora era facile intuire che quella del Solymar sarebbe stata una lunga storia perché Barbara era un vulcano di idee e di entusiasmo. Oggi è sempre lei che mi accoglie, Teo è sempre in cucina e i gamberi con feta e pomodorini sono ancora in menù. Nel frattempo, però, il loro ristorante è diventato un must.

ristorante sul mare

Barbara, non è più una ragazzina tutta allegria e leggerezza, ma una donna sofisticata e un’imprenditrice. Anche Teo è cresciuto e la sua cucina con lui, pur se non ha mai tradito quella ricetta cucinata nella terracotta con cui è iniziata questa loro avventura insieme. I crudi (che io adoro) sono tra le specialità.

A Misano, da Fabio

Quando entro al Lido Riviera di Misano le prime cose che mi danno il benvenuto sono sempre il sorriso di Fabio e il blu dell’orizzonte. Lui, a volte, mi accoglie scalzo perché quel posto l’ha immaginato come fosse la sua casa al mare che è lì, letteralmente a pochi passi. Anch’io mi sento a casa al Riviera e ci vado volentieri anche sola per un piatto e un calice di vino al volo in pausa pranzo durante la settimana. L’ultima volta, ad esempio, era un giovedì: sono arrivata con il laptop nello zaino bella carica di stress, ma me ne sono andata via con il sorriso.

mangiare in spiaggia a misano

Quattro chiacchiere con Fabio, a parlare di viaggi e di ricordi di vita indimenticabili tra pezzi di design e buona musica di sottofondo, mangiando insieme calamari alla piastra con le pesche.  Di sera, invece, ci vado sempre per il sushi perché sono una vera addicted (come Roul, il direttore, del resto). Mi piace mangiarlo sorseggiando un Puka Punch Twist. Sì perchè il Lido Riviera (Piazzale Venezia 1, Misano) è anche un lounge bar con una drink list superlativa. Provateli anche di domenica, all’ora del tramonto: l’aperitivo si fa con i piedi sulla sabbia, le bacchette di legno in mano e il mare negli occhi. E il lunedì, per magia, sembra molto più lontano.

A Gabicce, di fianco al vecchio faro

I fari, meravigliosi guardiani del mare, mi affascinano da sempre come poche altre cose. In Riviera uno dei posti dove mi piace di più andare è il porto di Gabicce Mare dove c’è n’è uno bianco e nero, ma con la base rossa, che mi ricorda quelli sulle coste della Danimarca. Di solito ci vado fuori stagione, ma poco tempo fa, in cerca di tempo con me stessa, ho lasciato il mio scooter sulla banchina di Cattolica, ho attraversato a piedi il ponte di legno e sono andata in direzione di quel faro, verso il mare. Doveva essere solo una passeggiata al tramonto, ma poi ho notato una meravigliosa palafitta sull’acqua. Non ci ho pensato nemmeno un attimo a cambiare idea e a fermarmi, fuori programma, al Levante (Via del Porto 55, Gabicce Mare).

mangiare sul mare

Fino a pochi mesi fa al suo posto c’era un locale dall’aria vintage, probabilmente lì dagli anni ’60, ma ora quella palafitta sull’acqua è diventata uno dei ristoranti vista mare più suggestivi dalle mie parti. Mi sono seduta sulla sua magnifica terrazza e, godendomi l’orizzonte all’imbrunire, ho ordinato poveracce, pesci al vapore e cacio e pepe di mare. Davanti me solo scogli e mare, più che sufficiente per dimenticarmi di tutto il resto.

A Miramare, dai fratelli Raschi

Non servono tante ragioni per andare da Guido a Miramare (Lungomare Spadazzi, 12), ne basta una sola: mangiare, a due passi da casa, cucina di pesce stellata sulla spiaggia. E allora mi capita persino di smettere di guardare per un attimo il mare quando arrivano i piatti in tavola, capolavori estetici oltre che gastronomici. A trasformare il vecchio chiosco di famiglia in un posto where to be sono stati Gianpaolo e Gianluca Raschi, due veri fuoriclasse.

ristorante in spiaggia, rimini

PH Giorgio Salvatori

La loro ispirazione è la Romagna e la cucina con cui sono cresciuti, ma il risultato è un mix tra stravaganza contemporanea ed elegante armonia. Il risotto di mare della tradizione Riminese e il cappelletto con le vongole sono quel tributo autentico alla tradizione a cui spesso non rinuncio, ma è la parte più audace del menù che io trovo davvero irresistibile. Gianpaolo non mi annoia mai. E così, ogni volta che vado a mangiare pesce nostrano da Guido, è tutta un’altra storia. Provate, ad esempio, quella che lui chiama “pizza” Amarcord e poi fatemi sapere …

A Portonovo, da Moreno Cedroni

Non sono una di quelle persone che si fa i km in macchina per andare a mangiare, tranne che quando si tratta di andare al Clandestino. Anche se i food blogger lo stanno scoprendo ora, io me ne sono innamorata nel 2003. A rapirmi il cuore è stata innanzitutto la location magica, così nascosto in una minuscola insenatura di una delle baie più belle del Conero. E poi i piatti firmati da Moreno Cedroni (due stelle Michelin) che mi convincono tutt’ora, ogni volta, che fare un’ora di macchina ne vale proprio la pena.

mangiare sul mare al conero

Il mare è lì letteralmente a due passi, tanto che mi viene sempre voglia di sfilarmi le scarpe e andarlo a salutare mentre aspetto che arrivi il mio ordine. E’ talmente vicino che qualche anno ha completamente distrutto fa il locale. Prima di allora il Clandestino era un posto super-easy con gli scuri di legno alle finestre pitturati alla meglio dove mangiare divinamente. Ora la struttura è cambiata, ma il menù è sempre un vero spettacolo. Tra i miei must i salumi di pesce con l’aperitivo, la polentina ai frutti di mare cotti e crudi e l’hot dog di gamberi con salsa barbecue fatta  in casa. Qualche volta, invece, mi concedo al menu degustazione dello chef: cambia ogni stagione, motivo in più, ogni estate da quel lontano 2003, per salire in macchina in direzione Portonovo.

My blue mind: perchè preferisco i ristoranti vista mare

Anche questa volta, attraverso questo mio breve itinerario sui ristoranti vista mare, in fondo vi ho parlato di me stessa. Ognuno ha le sue debolezze e la mia si chiama trolley. Pare l’etichetta giusta per me sia #wanderlust per via di questo mio bisogno continuo di viaggiare alla ricerca della felicità. C’è solo un’altra cosa che mi fa sentire altrettanto bene, ed è stare davanti al mare (che è il vero fil rouge di questo breve viaggio gastronomico da fake food blogger). In tutto quel blu trovo i ricordi della mia infanzia passata in riva e il suono familiare delle onde che mi fa stare bene esattamente quanto un viaggio. Che sia per svago o per amore.

 

E voi in quali ristoranti vista mare amate andare ? Sarebbe molto bello avere le vostre segnalazioni per me che sono una instancabile curiosa ! Lasciatemi le vostre tips, prometto che le proverò tutte e vi dirò come è andata.

This Post Has 4 Comments
  1. Mi piacciono un sacco i tuoi articoli!!!
    Mi regalano quei 10 minuti di lettura in pace e mi danno quel senso di rilassatezza lontano dal caos giornaliero!!!brava

    1. ma che bello!!! non sai quanto sia importante per me questo tuo commento, sinceramente. Sì perchè a volte mi chiedo se continuare a scrivere ha un senso, perchè io con il mondo delle blogger c’entro ben poco o forse nulla ma di default se apri un blog vieni etichettata così. Io sono solo una a cui piace scrivere.

      1. E devi continuare a farlo perché scrivere è bellissimo e i tuoi articoli hanno un’anima,si vede e si sente.
        Ho letto il tuo pezzo su Roma e il ghetto è stata la mia parte preferita!!!
        Quindi grazie per l’ispirazione!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Google+
https://www.mytrolleyblog.com/mangiare-e-bere/ristoranti-vista-mare-romagna
Back To Top