skip to Main Content
A Milano Isola Tra Vintage, Street Art E Tatoo

Milano Isola: vintage shops e street art. Case di ringhiera, cortili nascosti e balconi fioriti. Bikers e pin up. Ed è tutta un’altra Milano.

Io, a Milano Isola, ci sono arrivata da Piazza Gae Aulenti, passeggiando. Lungo il breve tragitto (meno di 10 minuti) si passa accanto al Bosco Verticale e si attraversano i giardini di Porta Nuova. Il grattacielo più alto d’Italia è proprio lì, a pochi metri. Eppure già ai margini di Isola, la città non è più la stessa. Cambia il ritmo, cambia il mood, cambia lo stile. Anche dalla stazione di Garibaldi, che da questo lato è un tutto un murales, si approda ad Isola. La street art con i suoi codici visivi alternativi sembra quasi tracciare una linea di demarcazione assoluta con la Milano patinata che tutti, chi più e chi meno, conosciamo. Begli itinerari guidati in città li potete fare con Giulia, Federica e Veronica, tre giovani guide simpatiche e alternative, ma molto preparate, che organizzano itinerari alternativi ed autentiche esperienze da fare in città, Isola compresa.

Healthy lunch a Milano Isola

I primi negozi che incontro non sono boutique di alto design, ma vintage shops, vecchie affascinanti librerie e profumati, deliziosi negozi di fiori recisi. E’ ora di pranzo ed è tutto chiuso, approfitto per mangiare un boccone. Penso tra me e me “troverò senz’altro qualcosa di carino strada facendo, niente Tripadvisor!”. Proseguo e sbuco su Piazza Minniti. E’ sabato ed è invasa di bancarelle. C’è il mercato settimanale di quartiere, con i suoi colori accesi e i suoi suoni vivaci. E io ripenso ai miei fine settimana londinesi quando evitavo il centro, caotico e pieno di turisti, per andare verso East a cercare un pò di autenticità locale.

momo milano isola

Proprio su Piazza Manniti inciampo in MoMo, un piccolo caffè e fruit bar. Mi attirano subito i tre piccoli tavolini al sole. Anche la gente mi piace e lo stile del locale è unconventional quanto basta per fermarmi. Mi accoglie una ragazza con un bel sorriso, prendo una birra al bancone mentre aspetto si liberi un tavolo e, intanto, vado a curiosare nel piccolo shop etnico all’interno. Il tempo di un’insalata e di una salmon bagel, e sono pronta per andare a esplorare il quartiere. 

Lo shop etnico di MoMo

Tra motociclisti e surfisti

La prima tappa è da Deus, che mette insieme bar, food, barber shop e shopping. Il dehor, dentro a un cortile pieno di verde, è affollatissimo.  A dire il vero l’avevo già scoperto un paio di anni fa, ed era pieno anche allora, eppure è tutt’ora uno dei posti where to be a Milano Isola. C’è chi ci va per il brunch e chi per l’aperitivo, ma in alternativa è un ottimo indirizzo anche per cena o after dinner. Lo store è l’unico indirizzo in Italia di un cult brand internazionale dedicato a bikers, amanti della biciclette e surfisti. Gli altri li trovate tra l’Australia e la California.

Deus Milano Isola

Deus: l’ingresso sul caffè e lo store (nella foto sotto)

negozio Deus a Isola milano

 Il retrò-mood di Milano Isola

La vetrina di Live in Vintage

negozio vintage a milano isola

Vintage Shopping con Paola

Vintage Shopping

Il mio viaggio sull’Isola continua con un pò di shopping (evviva!), proseguendo su Via Thaon di Revel. Ora non sono più sola: mi ha raggiunto la mia amica Paola. Insieme ci divertiamo a provare di tutto da Live in Vintage (se vi interessano orari e info visitate questa pagina). Ci stiamo almeno un’ora, nel frattempo entrano giovani ragazze un pò retrò, mamme stilose con i passeggini e coppie in cerca del look perfetto per il party del sabato sera.  Personalmente esco con una spilla anni ’50, una splendida borsa in rafia intrecciata con il manico in bambù (un vero cult!) e una blusa smanicata in seta e lino dall’aria molto chic. La mia amica Paola, invece, opta per due paia di scarpe, tra cui delle deliziose Repetto con tacchetto quadrato bon ton very stylish (in ottime condizione ma costate un terzo rispetto allo stesso modello nuovo).

Retrò design

Io e Paola condividiamo la passione per il vintage così, uscite di lì, ci bastano pochi passi per scovare un altro piccolo negozio irresistibile. Si chiama Milano Manifesti e raccoglie poster da fine ‘800 e fine ‘900. Ci perdiamo nella sua incredibile collezione di vecchie locandine pubblicitarie, manifesti balneari, insegne e affiche del d’altri tempi e scatole per alimenti ben conservate.

milano manifesti a isola

Caffè o aperitivo ?

Dopo questo affascinante viaggio nel passato, tra moda, advertising e design, è ora di chiacchiere e di un caffè.  Camminando veniamo attirate da un grande murales dentro all’ennesimo cortile da scoprire e ci ritroviamo da Frida. La gente se ne sta seduta a chiacchierare in un grande spazio all’aperto coperto da un enorme soffitto in vetro. Nella parte interna c’è una bella mostra fotografica temporanea appesa alle pareti L’arredamento  è assolutamente non convenzionale, tavoli e sedie sono spaiati tra loro. La ragazza che ci porta il caffè ci spiega che spesso qui organizzano piccoli eventi e mercatini. Usciamo e respiriamo  un nuovo mood incrociando un gruppo di bikers, tutti tatoo e borchie. Già, perchè Isola è il primo motoquartiere d’Italia, pieno di officine specializzate nella customizzazione e pullula di bikers.

frida isolaL’ingresso di Frida e l’interno (foto sotto)

Arriva una telefonata, inaspettata, di amici di Paola e prendiamo appuntamento per l’aperitivo. Ci incontriamo al Botanical Club. Se siete esigenti in fatto di drink, ecco un paio di buone ragioni per andarci. Non solo i cocktails sono limited edition, cioè cambiano ogni mese, ma è la prima distilleria d’Italia. Con queste premesse, io mi affido al barman. Mi prepara un profumatissimo cocktail a base di gin, champagne e lime davvero difficile da dimenticare. Se cercate altre tips, in Italia e non solo, per bere buon gin ne trovate anche in quest’altro articolo del blog. Il mio viaggio a Milano Isola, per questa volta, finisce qui. Se vi è piaciuto, tenete d’occhio questa agenda di quartiere : èsempre piena di iniziative culturali che includono lab di letteratura, mostre di fotografia ed eventi musicali. Enjoy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Google+
https://www.mytrolleyblog.com/itinerari-underground/milano-isola-vintage-e-street-art
Back To Top