skip to Main Content
A Malmo Da Copenaghen (e Ritorno)  – Cosa Vedere In Un Giorno

Andare a Malmo? No, non ci avevo mai pensato! Però poi, navigando sul web, ho realizzato che da Copenaghen a Malmo bastano venti minuti di treno per trascorrere almeno un giorno in Svezia.  E ho cambiato idea. Ecco cosa vedere a Malmo dalla mattina alla sera.

Non ho dubbi! La cosa più bella se vai a Malmo in treno da Copenaghen è percorrere l’Oresund, il ponte che dalla capitale danese si tuffa nel Mar Baltico e arriva a toccare la sponda più vicina, in Svezia. Sì, hai capito bene! Questo capolavoro di ingegneria passa sopra all’acqua per connettere le due città e i due Paesi, così vicini eppure così lontani tra loro. Da quando è stato inaugurato (nel 2000) lo hanno attraversato oltre 200 milioni di persone di cui circa la metà in treno. E’ il quinto ponte più lungo d’Europa, ma soprattutto è un’icona di grande significato. Costruire un ponte per collegare due Paesi non significa solo farlo fisicamente. La sua funzione va ben al di là di quella pratica e letterale, ma è espressione culturale della volontà di collaborare, di apertura all’innovazione e all’interscambio. E visto, che il 2019 ce lo ricorderemo come l’anno della Brexit e di Open Arms, magari vale la pena rifletterci.

Come raggiungere Malmo da Copenaghen?

Andare da Copenaghen a Malmo è semplice e veloce. I collegamenti ci sono ogni 15 minuti e arrivi in poco meno di mezzora alla stazione di Malmo. Poi da lì, in dieci minuti a piedi, raggiungi il centro. La colazione fermarti a farla durante il tragitto: ci sono un paio di caffè e pasticcerie deliziose e decisamente originals nel mood, sono Katarina e Eilda. In centro, invece, i locali sono turistici, ci sono persino specialità italiane come la pizza cotta nel forno a legna e la birra Moretti (ad esempio da Spot). Non esattamente quello che io vorrei trovare in Svezia!

A sinistra una pasticceria storica a Malmo, a destra wine&food hotspot

Cosa fare a Malmo: quattro cose da fare in un giorno

  • Fare il pieno d’arte moderna e contemporanea

La buona notizia è che i contenitori di arte e design di Malmo sono free entry. Non male, eh..? Non sai cosa fare a Malmo?Comincia con una visita al Form/Design Center, tre piani di creatività all’interno di un ex granaio. Ospita mostre contemporanee tutto l’anno. Prosegui con una puntata al Konstall, distaccamento del museo d’arte moderna di Stoccolma dove sono costantemente in corso interessanti installazioni. E’ uno dei contenitori più grandi d’Europa per l’arte contemporanea e ospita anche artisti internazionali. Infine non puoi perderti il Moderna Museet, dove puoi anche fermarti al  bar per uno snack o un caffè e curiosare al museum shop. La struttura si fa notare già da fuori: un cubo rosso con grate d’ispirazione post  industriale che rendono assolutamente originale questo spazio dall’aspetto vagamente sperimentale.

malmo museo arte moderna

Il Moderna Museet a Malmo: l’ingresso è gratuito

  • Andare a caccia di vintage

Malmo non è certo Copenaghen, dove se ami il second hand è davvero difficile resistere allo shopping (e poi, perchè??), ma anche qui ci sono un pò di indirizzi dove la selezione di abiti e accessori d’annata è piuttosto interessante. Se sei un vintage  lover  sicuramente questi indirizzi che  ho scovato  ti piaceranno. Si chiamano Love Street Vintage, Pop Boutique, Arsenik e Apiecelux (questi ultimi tre sono tutti su Davidshallagatan). Aperti dal lunedì al sabato.

Il mio shopping vintage a Malmo: occhialini retrò.

  • Fotografare il Torso di Calatrava

Anche se Malmo è la terza città della Svezia, un ragazzo del posto mi ha spiegato che il suo sviluppo è recente. Una meravigliosa espressione di questa proiezione della città verso il futuro è l’originale grattacielo progettato dall’archistar Santiago Calatrava. E’ il più alto di tutta la Svezia (nella foto di copertina) ed la prima torre al mondo che gira su sé stessa (ora ne abbiamo uno anche a Milano, l’avete già visto?).  Ai suoi piedi c’è il più grande skateboarding park d’Europa dove parecchi ragazzi locali si danno appuntamento ogni giorno.

  • Scoprire il quartiere di Mollan

E’ il neighborhood più multiculturale della città dove, anche grazie all’Università, convivono ora come ora persone provenienti da ottanta Paesi  nel mondo. Se vuoi  incontrarli vai a  prenderti un caffè da Kaffabaren, è lì che  a loro piace andarlo a bere per la qualità delle miscele. Puoi sentire le local vibes anche facendo un giro al mercato di Mollevangstorget, la piazza  principale del quartiere. o  affittando una bici per fare una passeggiata al Folkets Park. E’ un posto che assomiglia a Tivoli a Copenaghen e al Prater di Vienna, in pratica,  cioè il divertimento è assicurato, ma il relax anche. Cos’ha  di speciale? E’ il più antico parco pubblico del mondo!

  • Andare in gita tra i canali

A Malmo, come a Copenaghen, si “vive con i piedi in acqua”. In altre parole, se ci vai per sentirti integrato con il local mood devi vivere anche la vita tra i canali. In kayak, ad esempio, ma anche in pedalò o in gommone. Puoi facilmente affittarli sulle banchine o anche prenotarli e pagarli on line. Dipende da quanto sei smart!

canali a malmo, svezia

Dove mangiare a Malmo

Nel Paese europeo da cui è partita la sensibilizzazione sociale e politica sull’ambiente avviata da Greta Thumberg non possono mancare dei buoni ristoranti vegani e vegetariani, anzi è molto facile trovare menù di qualità a Malmo, chiamata anche “the Vegetarian Mecca”. Io, vegetariana da tempi insospettabili, sono andata a pranzo da Vegegarden, un ristorante cinese vegano al 100%. Mi sono servita al buffet: ottima la scelta e accettabile il prezzo (che è fisso). Non è stato affatto facile scegliere dove andare per pranzo, perchè di alternative ce ne sono davvero parecchie, ma alla fine mi sono fidata di Instagram ormai la piattaforma che uso di più quando sono in viaggio: (e non solo per postare belle foto,  clicca sul link per capire come può esserti utile). Ad esempio, c’è anche Kaos, un posto dove il piatto del giorno si chiama  “Today’s Fake” perché si  ispira alla cucina classica, ma naturalmente è preparato solo con ingredienti vegetali. Anche  qui, rispetto allo standard svedese, i prezzi sono affrontabili. Se questo non è il tuo mood, puoi sempre prenotare un tavolo al Bastard (1 stella Michelin), o seguire l’onda dei locals e infilarti da Julie o alla Siesta. L’importante, secondo me, è evitare i locali che si affacciano su Lilla Torg e Stortorget. In ogni caso, qualunque sarà alla fine la tua scelta, ricordati che in Svezia a tavola è vietato fumare, anche all’aperto.

Malmo o Copenaghen?

Beh la risposta a questa domanda è evidente, e ti spiego perché. Certo, Copenaghen batte Malmo innanzitutto per  le dimensioni e, conseguentemente, per l’offerta, ma non solo. Anche se Malmo è stata eletta di recente la città più felice della Svezia, in realtà il mood è distante anni luce da quello friendly e happy che si respira nella capitale danese. La gente a Malmo, e in Svezia in generale, è proprio come ti aspetti al Nord: fredda. Difficile che qualcuno per strada ti sorrida e se lo fai tu raramente ricambia. Quasi impossibile fare due chiacchiere al volo con il tuo vicino di tavolo, cosa molto semplice invece a Copenaghen. Le mie conclusioni? Se prima di  andare a Malmo, Stoccolma e Gothenborh erano nella mia wish list ora come ora non ne sono mica più così sicura di volerci andare un giorno… Nonostante questo, andare da Copenaghen a Malmo per un giorno soltanto direi proprio che ne vale la pena.

 

 

 

 

Questo articolo ha 4 commenti
  1. Avevo pensato anche io di andare a Malmö passando per Copenhagen, ma come al solito non ho trovato voli a prezzi decenti e alla fine sono andata a Bergen… Anche se l’aria che si respira è diversa da Copenhagen, mi hai comunque fatto venire voglia di vedere questa città svedese, se non altro per i locali di cui parli e per lo shopping.
    Non posso dire di Göteborg perché non ci sono mai stata ma a Stoccolma dai una possibilità se ti capita. Per carità, non è che lì la gente ti sorrida proprio per strada, anzi, però la città è magica 🙂

  2. Io avevo comperato il volo con 6 mesi d’anticipo, quindi a costi affrontabili… In Norvegia, Bergen inclusa, sono stata tre anni fa e mi era piaciuto molto! A te? Grazie per il suggerimento su Stoccolma, ci farò allora un pensiero, pur se una ragazza di Malmo con cui mi sono incontrata per bere qualcosa e fare due chiacchiere mi ha detto che è molto molto cara…. confermi???

    1. Sì Bergen mi piace tantissimo e considera che questa era tipo la quarta volta che ci andavo.
      Per quanto riguarda Stoccolma, sicuramente non è economica ma comunque è al livello di tante altre capitali europee, Londra inclusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
INSTAGRAM
Back To Top