skip to Main Content
App Per Viaggiare: Guida Super Smart (con Istruzioni Per L’uso)

App per viaggiare: ne parlo in questo periodo dell’anno, quando, più o meno tutti, stiamo pensando ad almeno un viaggio. Ecco  quali  sono secondo me le migliori app da scaricare per chi viaggia. Dalla ricerca del volo ai best open wi-fi in giro per il mondo.

No, non esistono solo Tripadvisor e Booking: le applicazioni per chi viaggia sono tante e aiutano parecchio quando si vuole organizzare un viaggio o una vacanza. Certo ci sono anche le classiche e pare quasi intramontabili guide cartacee, ma considera che anche le più famose e accreditate vengono aggiornate e ristampate mediamente ogni 24 mesi. Lo smartphone, invece, ti fornisce info sempre in tempo reale ed è lì, a portata di mano, leggero e comodo. Ecco le app per fare viaggi che personalmente uso.

viaggi app smartphone

Lo smartphone, indispensabile compagno di viaggi

Prenotare un volo  quando conviene: le app per trovare le offerte viaggi e per viaggiare in aereo

Quando mi metto nell’ordine di idee di partire (sì, spesso, lo ammetto…!) due sono le app per viaggiare in aereo e trovare offerte di viaggi che consulto sempre e sono Skyscanner e Momondo. Una volta  inseriti aeroporto di partenza e arrivo e date, ci sono un paio di cose furbe da fare. Innanzitutto flaggando la casella “date flessibili” entrambe ti mostreranno quali sono i giorni più convenienti per partire aiutandoti a risparmiare sui costi di trasferimento (che non è mai male…).

Non solo Tripadvisor e Google Map tra le app per viaggiare

Ti consiglio anche di flaggare la casella “solo voli diretti” se non vuoi ritrovarti a scegliere tra soluzioni economiche sì, ma improponibili a causa dei tempi biblici di trasferimento e degli scali. Una volta individuate le date più vantaggiose, in entrambe le app puoi richiedere di essere avvisato con una notifica via email sulle variazioni giornaliere di prezzo. Sapevi già no che le compagnie aeree variano il costo dei voli continuamente, in base alla domanda? E c’è un altro ottimo motivo per farlo: alla prima ricerca che effettui su un sito il tuo indirizzo telematico (in gergo IP) viene memorizzato. Business is business, dicono gli inglesi, e così, visto che il  tuo interesse sull’acquisto di quel prodotto persiste  tanto da ritornare sul sito, facile scommettere che sarai disposto all’acquisto ad ogni costo. In due parole quando ti ricollegherai il prezzo sarà automaticamente più alto. Entrambe sono utili anche per trovare un hotel dove soggiornare. La ricerca la puoi  fare anche in combinazione con il viaggio aereo.

Come risparmiare giga in viaggio

Sì è vero viviamo nella comunità europea e il roaming non c’è più da un pezzo, tuttavia la maggioranza delle compagnie telefoniche prevede un limite mensile di giga compreso nella tariffa sottoscritta. Se anche tu fai Instagram Stories, ti colleghi spesso sui social (Whatapp incluso)  o cerchi spesso indicazioni stradali su Google Map, i giga, lo sai bene, non ci mettono molto a esaurirsi. Se poi ti allontani un pò di più, cioè esci dall’Europa, risparmiare giga può essere un’esigenza quotidiana (in alternativa puoi acquistare una scheda ricaricabile di un operatore locale). Ecco perché tra le applicazioni per chi viaggia WIFI-Finder va assolutamente scaricata. Ti aiuterà a trovare rapidamente reti Wi-Fi ovunque tu sia. Nelle mappe sono indicati soltanto hotspot verificati e, tra le informazioni varie, sono indicate anche il tipo di connessione e la velocità della rete. WIFI-Finder funziona in ogni parte del mondo, ma hai anche la possibilità di organizzarti scaricandoti le mappe da utilizzare offline senza utilizzare la connessione Internet.

Google Goggle tra le App per viaggiare più utili

Cercare itinerari e trovare consigli con le app per viaggiare

I blog sono la fonte alternativa ai siti turistici ufficiali delle destinazioni e sono spesso pieni di tips interessanti, ma individuare su Google gli articoli migliori richiede tempo e pazienza. Se ci si mette poi di mezzo anche l’algoritmo, poi, che ad ogni ricerca su una determinata destinazione tenderà a darti spesso gli stessi risultati…

Esiste però un’APP, davvero ben fatta, che riunisce tutti i migliori articoli pubblicati dai travel bloggers su ogni meta. C’è un’unica condizione, perchè Culture Trip aggrega solo contenuti scritti in inglese. Dai, e ora  mica mi dirai che viaggi il mondo, ma ancora pretendi di parlare solo l’italiano???

Gli articoli sono suddivisi in rubriche e tematiche: dal lifestyle al cibo,  ad esempio, ma ci troverai anche dove dormire e cosa vedere in città. A me piace moltissimo Culture Trip, così pieno di  info utili e buone tips e poi non ci sono le “solite cose”. Culture Trip è la somma dei viaggi di travel blogger internazionali quindi ci troverai, ad esempio, anche contributi sui parchi pubblici, sui più belli percorsi ciclabili, sulla street art e sui quartieri dove conoscere quelli del posto. E’ senz’altro una tra le app da avere per viaggiare.

Come Instagram può aiutarti in viaggio

Instagram non serve solo per pubblicare le più belle foto che scatti durante il tuo viaggio e fare incetta di likes e commenti. Quando sei in viaggio utilizzalo anche come motore di ricerca facendo una ricerca per hashtag. Comincia digitando l’hastag della città dove ti trovi e  automaticamente l’app te ne suggerirà altri, i più popolari. Oltre che per trovare hotspot e posti deliziosi che probabilmente mai nessuna guida ti avrebbe segnalato, è un’ottima soluzione  per farsi un’idea su dove far colazione o dove andare a mangiare, per esempio. Per la maggioranza delle città più frequentate in viaggio esistono infatti i relativi hastag dedicati agli indirizzi food. Prendiamo per esempio Barcellona: potrai scegliere tra #barcelonafood, #barcelonafoodexperience. #barcelonafoodguide, #barcelonafoodies, per intenderci. E troverai tantissime immagini geolocalizzzate alle quali ispirarti facilmente e velocemente. Sono contenuti autentici, perché generati dagli utenti cioè frutto delle loro esperienze e, per questo, attendibil e sinceri.

Applicazioni per chi viaggia: perché scaricare Google Goggle

Sempre più dura per le guide turistiche da sfogliare da quando dilaga Big G. Google Maps ormai la conoscono tutti, ma non finisce qui. In realtà, puoi avere al volo info su monumenti, piazze e luoghi d’interesse scaricando Google Goggle. Ti basterà scattare una foto al soggetto che hai  davanti e, in pochi istanti, riceverai sul tuo smartphone tutte le informazioni che volevi. E ora non dirmi che vuoi ancora metterti una guida nello zaino…?!?

Non sai come scattare in viaggio foto memorabili e instagrammabili? Segui questi semplici  consigli cliccando sul link.

Cerchi un hotel da sogno? Qui ce ne sono  alcuni davvero straordinari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
INSTAGRAM
Back To Top